Cantiere_Vyrypaev_terzo_movimento_Illusioni

Cantiere Vyrypaev – terzo movimento

on marzo 23 | in Cantiere Vyrypaev | by | with No Comments

Big Action Money in collaborazione con ERT e Teatro delle Moline

dal 22 al 24 maggio 2015
Teatro delle Moline, Bologna

Programma

venerdì 22 maggio
Ore 17.00 Illusioni di Ivan Vyrypaev
Ore 18.30 “Teatri del sottosuolo: dal Teatr.doc al Teatro Praktika”
A cura di Gerardo Guccini, docente di Storia del teatro e dello spettacolo al DAMS di Bologna

sabato 23 maggio
Ore 17.00 Illusioni di Ivan Vyrypaev
Ore 18.30 “Poetica del contatto. Il rapporto con il pubblico nei testi di Vyrypaev”
A cura di Cazimir Liske, attore presso il Teatro Praktika di Mosca diretto da Ivan Vyrypaev, e regista di Illusioni al Baryshnikov Art Center di New York nel 2014.
Videoconferenza in diretta da Mosca

domenica 24 maggio
Ore 17.00 Illusioni di Ivan Vyrypaev
Ore 18.30 “Dal palcoscenico allo schermo e viceversa”
Teodoro Bonci del Bene introduce “La danza di Delhi” film di I.Vyrypaev (2012, durata 90’)
ILLUSIONI
Traduzione e regia: Teodoro Bonci del Bene

Ideazione tecnica: Matteo Rubagotti
Con: Carolina Cangini, Kristina Likhacheva, Jacopo Trebbi, Teodoro Bonci del Bene

Durata: 70’

Illusioni è uno dei più bei testi del giovane drammaturgo e regista russo Ivan Vyrypaev. Illusioni è uno spettacolo da ascoltare, un film da immaginare. Quattro storie si intrecciano: quattro vecchietti ultraottantenni proprio alla fine della loro vita scoprono che cos’è l’amore e iniziano a comportarsi come degli adolescenti. All’illusione dei personaggi corrisponde quella degli spettatori, che continuano ad inseguire un filo logico spezzato, non cronologico. Gli attori-personaggi parlano in terza persona e si scambiano i ruoli. La recitazione è frontale, la musica assomiglia alla colonna sonora di un film, gli attori ci recitano sopra, e la recitazione si trasforma in un pezzo rap.

La compagnia Big Action Money in esclusiva nazionale lavora questo testo che è già noto in paesi come Inghilterra, Polonia e Stati Uniti.

Comments are closed.

« »

Gli uomini sono strade...