Angeli e Demoni – spettacolo su Gerusalemme Liberata

Data / Ora
20 marzo 2016
ore: 17:00
Entrata libera

Categoria



regia di Stefano Tè

Realizzato con detenuti e internati del Carcere Circondariale di Sant’Anna di Modena, della Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia, studenti delle scuole superiori di Modena e della provincia di Rimini, attori del Teatro dei Venti.

prodotto da Teatro dei Venti

  • Lo spettacolo è a ingresso libero 
  • I posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria (tel. 0541 624474 – info@arboreto.org)
  • Al termine dello spettacolo merenda e incontro con la compagnia

 

Note di Regia
L’analisi sull’opera del Tasso si è soffermata particolarmente su episodi che vedono protagonisti temi cardine del contemporaneo. Tra tutti il bene e il male. L’amore e l’odio. L’atmosfera desertica che caratterizza la messa in scena traccia un luogo che richiama le tante guerre che oggi si combattono, segnate a sangue da eterni conflitti che contrappongono i fedeli di religioni diverse. Colpiti in mezzo spesso gli innocenti. L’azione scenica si concentra sulla battaglia tra “Angeli e Demoni”, tra Cristiani e Musulmani. Nell’opera del Tasso conflitti ideologici e spirituali, motivi epici e amorosi, intenzioni religiose e profane, si intrecciano in maniera convulsa, intensa. Lo spettacolo vuole mettere a fuoco suggestioni, suoni e azioni, che aprono ad un immaginario bellico che inevitabilmente riconduce a vicende che ci accadono accanto, che ci espongono al terrore, all’odio.

Teatro dei Venti nasce nel 2005 come gruppo di ricerca teatrale e da subito svolge attività in quattro ambiti diversi, ma correlati: la produzione di spettacoli, la progettazione in ambito socio-culturale, l’attività di formazione e l’organizzazione di eventi in ambito teatrale. Alla base del lavoro teatrale c’è la ricerca di un linguaggio espressivo che offra allo spettatore la possibilità di diventare l’immobile oggetto di un incantesimo, testimone di un evento unico e irripetibile, di un atto semplice e sincero. Il lavoro artistico quotidiano ha portato la compagnia ad una ricerca tra ritmo e azione fisica, che ha generato le ultime produzioni. Tra queste Quotidiano Scadere (Vincitore Premio Linea d’Ombra 2010), Senso Comune (finalista Premio Scenario 2011) e InCertiCorpi (Premio Presente Futuro 2013, Premio CrashTest 2014, Premio del Pubblico CrashTest 2014). Parallelamente la compagnia si è dedicata al Teatro di strada, con gli spettacoli Malaparata, Il Draaago, e Simurgh (produzione 2014) realizzando diverse tournée oltre i confini nazionali (in Polonia, Francia, Regno Unito, Serbia, Svizzera, Belgio, e a Taiwan). Musica, trampoli, maschere giganti, bastoni infuocati, macchine teatrali, scenografie mobili, tutte le tecniche del teatro di strada trovano spazio in queste rappresentazioni. Il Teatro dei Venti ha attualmente in produzione tre nuovi spettacoli, Pentesilea (spettacolo di strada con attori trampolieri), Il Gatto e la Volpe (spettacolo per ragazzi tratto da Le avventure di Pinocchio) e Angeli e Demoni (spettacolo con detenuti, studenti e attori del Teatro dei Venti). In ambito sociale la compagnia è attiva con un laboratorio permanente, finalizzato alla produzione di spettacoli, presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia, e dal settembre 2014 anche presso la Casa Circondariale di Modena. Esperienza fondamentale è stata quella presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Nisida a Napoli (ottobre 2009/marzo 2010). Sempre in ambito sociale realizziano progetti di Cooperazione Internazionale (Mozambico, Serbia) e nel campo della Salute Mentale, dove elaborano percorsi di formazione e di produzione artistica, in collaborazione con Dipartimento di Salute Mentale e Azienda Sanitaria Locale all’interno del progetto “Teatro e Salute Mentale” della Regione Emilia Romagna.

Residenza creativa

14 marzo 2016 - 20 marzo 2016

L’arboreto – Teatro Dimora
Mondaino
Angeli e Demoni - studio su Gerusalemme Liberata

residenza creativa per la rappresentazione dello spettacolo realizzato con detenuti e internati del Carcere Circondariale di Sant’Anna di Modena, della Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia, studenti delle scuole superiori di Modena e della provincia di Rimini, attori del Teatro dei Venti.


Sto caricando la mappa ....
Gli uomini sono strade...