Trilogia dell’inesistente

on settembre 11 | in collana il giardino salvatico | by | with No Comments

Esercizi di condizione umana

Autore: Paola Vannoni Roberto Scappin – Compagnia quotidiana.com
Foto di scena: Claudia Fabris, Alessio Fattori, Paolo Lafratta, Vincenzo Oliviero, Enea Tomei

Esercizi di condizione umana

direzione: Fabio Biondi
coordinamento: Simonetta Piscaglia
progetto grafico Lucrezia Gismondi

Pagine: 120
Rilegatura: in brossura
Dimensione: 15x21x1 cm
Testo: italiano
Prezzo di copertina: € 10,00
ISBN 978-88-905737-2-9

Non ci sono vie d’uscita nei testi di Quotidiana.com, e neanche vie d’entrata. Le parole perimetrano lo spazio del pensiero in fulminei collegamenti che chiudono qualsiasi possibilità di evoluzione: il discorso, così, si affloscia, ristagna, riecheggia tra le pareti chiuse di parole e silenzi. Non ci sono vie d’uscita negli spettacoli di Quotidiana.com, e neanche vie d’entrata. Paola e Roberto, semplicemente, stanno: non entrano in scena e non ne escono. Vivono rinchiusi nell’impalpabile confine della scena entro cui, a tratti, si muovono indolenti e rassegnati. […] (Stefano Casi)

[…] Quello dei Quotidiana.com è principalmente un lavoro sul linguaggio, attorno al vaniloquio della condizione contemporanea, ma anche – sia pure in modo “freddo”, cioè solo evocandolo o descri­vendolo in modo ironico, che è comunque sia una presa di distanza – attorno al dolore che questa condizione porta con sé. Sarebbe però un errore pensare che Vannoni e Scappin si limitino a porta­re sulla scena il chiacchiericcio della quotidianità così com’è. Certo, la loro è una lingua parlata, che nasce non dalla parola scritta ma dall’improvvisazione in sala prove; ma il materiale di improvvisa­zione, ripreso con la telecamera, diventa poi il brogliaccio su cui viene lavorata una drammaturgia vera e propria, che utilizza un linguaggio che è necessariamente una “messa in arte” – ed è proprio questa messa in arte a permettere lo scarto dal “vaniloquio” al “significato. […] (Graziano Graziani)

[…] L’impianto della loro drammaturgia è pertanto, sul piano strutturale, non una trasformazione del reale, ma una sorta di affiancamento misurato che punta a mantenere in una continuità lineare ciò che altrove avrebbe a generare sorpresa, colpo d’effetto. Il loro teatro è dunque linguisticamente in sottrazione, ma nei contenuti non si pone limiti, permettendosi affermazioni destabilizzanti che il linguaggio soltanto confonde, giungendo a definirsi come una scrittura clandestina, una resistenza silenziosa e però irriducibile rispetto alla sovraesposizione “media­tizzante” che ripropone del vero unicamente il contesto della riproduzione e ne spinge i caratteri sul palcoscenico senza che vi sia alcuna distanza critica. […] (Simone Nebbia)

La compagnia Quotidiana.com si costituisce a Rimini nel 2003, fondata da Roberto Scappin e Paola Vannoni.
Roberto Scappin nato a Torino, dopo aver dedicato più di un decennio alla professione d’attore, impegnato in produzioni teatrali tra gli altri con il Gruppo della Rocca e il Teatro degli Incamminati, mette in discussione il teatro di tradizione da cui proviene. Dopo la frattura totale dalla professione e dal territorio ritorna a guardare al teatro da un’altra prospettiva, provando a ricostruire un percorso sulle basi di un ideale artistico e sociale, chiaro e scomodo: sollecitare attraverso il teatro una riflessione sui temi che, da sempre, scatenano divisioni: denaro, religione, potere.
Paola Vannoni nata a Rimini, fonda le sue basi artistiche prevalentemente sulla scrittura che approfondisce attraverso corsi di drammaturgia, sceneggiatura, scrittura comica. Il passaggio al teatro dalla danza contemporanea avviene dall’incontro con Marco Baliani nelle Antigoni della terra (Bologna, 1992), a cui partecipa nel gruppo dei danzatori. Questa esperienza di teatro politico e di profondo impegno civile segnerà tutto il suo futuro percorso, mai disgiunto da una chiara consapevolezza della responsabilità dell’arte.



Richiedi informazioni

Nome*
Cognome*
Telefono
Email*
Informazioni su*
Breve messaggio*
 

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità connesse alla presente richiesta*

*Io sottoscritto/a, acquisite le informazioni di cui all'articolo 10 della legge 675/96, ai sensi dell'articolo 11 della legge stessa e della legge 196/03, trattamento dei dati personali, vi autorizzo all'inserimento nella vostra mailing list per le comunicazioni riservate agli iscritti. (Il suo indirizzo si troverà nella banca dati della associazione culturale l’arboreto e Le invieremo inviti ed informazioni riguardanti i nostri spettacoli e i nostri progetti culturali. Sperando che le nostre comunicazioni siano per Lei interessanti, Le assicuriamo che i Suoi dati saranno trattati dalla Associazione culturale l’arboreto con estrema riservatezza e non verranno divulgati. Le informative hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli interessati, anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive.)

Comments are closed.

« »

Gli uomini sono strade...