Stronger Peripheries – residenza #1 | Neja Tomšič / Nonument group

Data / Ora
20 Aprile 2022 - 04 Maggio 2022

Categoria



residenza creativa per la ricerca e la composizione del nuovo spettacolo di  Neja Tomšič / Nonumen group

Progetto di residenza condiviso da Bunker, Ljubljana (SLO); Cluj Cultural Center, Cluj, (RO); L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, nell’ambito di  Stronger Peripheries: A Southern Coalition, progetto sostenuto da Europa Creativa

La prima di 12 produzioni internazionali che verranno realizzate  e coprodotte da altrettanti tandem produttivi nella cornice di Stronger peripheries: a Southern Coalition, un progetto europeo di larga scala del programma Europa Creativa.

L’arboreto – Teatro Dimora, tra i partner del progetto, è stato scelto per le sua natura e la sua storia e la sua esperienza, come principale luogo di residenza creativa per 7 di queste 12 produzioni.
Neja Tomšič con il collettivo Nonument sono gli artisti selezionati dal primo tandem di produzione che vede coinvolti come coproduttori Bunker, Ljubljana/Slovenia e Centrul Cultural Clujean, Cluj/Romania. La selezione è avvenuta attreverso una call lanciata ad ottobre 2021 per artisti residenti in Slovenia.

Nonument Group è un collettivo artistico e di ricerca che ha posto al centro dell’indagine i “Nonuments” – architetture, monumenti e spazi pubblici che hanno perso o subìto un cambiamento di significato simbolico come conseguenza di cambiamenti politici e sociali.
L’approccio artistico e teorico del collettivo mira ad analizzare la memoria e il contesto dei nonuments che scelgono come soggetti dei loro progetti. Attraverso la loro indagine artistica e hai loro interventi creativi, il colletivo si propone di esplorare le energie e le domande che potrebbero generarsi dalla ricostruzione e riproposizione non solo fisica, di ognuna di queste architetture.
La ricerca e la produzione artistica del gruppo affrontano questioni come la memoria, la rappresentazione, la semantica e di altri aspetti del monumentalismo, così come i tentativi di affrontare pubblicamente la percezione dello spazio pubblico e del suo ruolo nella vita urbana quotidiana.
Oltre a mappare, archiviare e ricercare questi nonuments, il collettivo si è misura con interventi artistici che da un lato esplorano modalità alternative di presentare ed esporre i dati raccolti nella ricerca, e allo stesso tempo sperimentano anche diverse modalità di attivazione e mobilitazione delle comunità attraverso le loro opere performative.
Nelle loro opere il collettivo unisce alla ricerca (ricerca archivistica, ricerca sul campo, orale, storie, .. ), con nuove tecnologie (scansione 3d, tecnologie VR, archiviazione del suono, ecc.) e strategie performative, (coreografia,sceneggiatura, performance, performance coordinate ecc.) per creare opere site-specific, installazioni video, passeggiate audio e audiotour, app per dispositivi mobili ecc). Nascono così progetti che fondono narrazione, registrazioni ambientali e ri-creazione di documenti di archivio attraverso il suono e storie orali.
Il nonument scelto da Neja e il collettivo per la ricerca alla base dell’opera per questo progetto europeo è il Railway Workers Park di Cluj in Romania.

 

Nonument Group è un collettivo artististico multidisciplinare internazionale. Fondato inizialmente da Martin Bricelj Baraga e Neja Tomšič.
Il lavoro del Nonument Group ha incluso finora numerosi collaboratori nella ricerca e progetti artistici e interventi in spazi pubblici. Attualmente ha sede a Lubiana, Slovenia e i suoi membri principali sono artisti Neja Tomšič, Martin Bricelj Baraga e gli architetti e teorici Miloš Kosec e Nika Grabar.
Neja Tomšič è un artista visivo, poetessa e scrittrice. La sua pratica interdisciplinare fonde la ricerca con il disegno, la fotografia, la poesia, la performance e il suono. Scoprendo storie trascurate e spesso nascoste dalla storia, il suo impegno è focalizzato nel ripensare le narrazioni storiche dominanti, la ricerca sulle particolarità, e creare situazioni in cui si possano formare nuove comprensioni del presente. Si confronta con alle storie come mappe di punti di partenza e collegamenti. Gli elementi performativi nei suoi progetti esplorano possibili proiezioni della storia nel presente soggettivo dei singoli visitatori. La pratica, sia individuale che come membro del Nonument Group, si basa su un approccio creativo alla pratica della storia, utilizzando performance e rituali per creare situazioni che suggeriscono nuove letture del presente.
Negli ultimi anni ha girato tutta l’Europa con il progetto Tea for Five. Opium Ships. La performance finora ha avuto più di 50 repliche ed è stato presentato in 11 paesi. Nel mese di ottobre 2018, mio libro d’artista Opium Clippers è stato pubblicato da RostfreiPublishing. Il libro è una continuazione del Tea for Five ed è stato premiato come miglior libro d’artista sloveno nel 2017/2018 e come miglior design di libri alla Fiera del libro slovena. Nel 2021, è una dei quattro candidati al premio OHO Group Award, il più grande premio sloveno per giovani artisti visivi.

 

nonument.org

strongerperipheries.eu


Sto caricando la mappa ....
Gli uomini sono strade...