D.E.A. | Dimora di Esposizioni d’Arte

on April 1 | in Sguardi | by | with No Comments

Il Teatro si fa Dimora delle arti visive e si apre a nuovi sguardi d’autore. In accordo con il nostro essere, la storia sia ambientale sia culturale che caratterizza L’arboreto come un ecosistema che accoglie in armonia un insieme di relazioni, di rapporti tra più discipline come succede per le tante e diverse specie arboree, abbiamo dato vita a un nuovo progetto.

Crediamo che l’organizzazione e la promozione delle attività culturali siano strumenti chiave per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale disponibile sul territorio, e non solo. Crediamo che il desiderio di conoscere sé stessi come singoli ma anche come parte di un progetto civile e storico e culturale che ci rende comuni debba accompagnare anche la nostra visione di laboratorio che si apre a molteplici esperienze di visioni. Crediamo anche che, in un’epoca come la nostra fortemente segnata dalla necessità di momenti di aggregazione e incontro sociali sia necessario sempre di più creare dei luoghi di comunità.

D.E.A. e il Teatro Dimora saranno quel luogo di incontro, una galleria d’arte temporanea che nasce con lo scopo di aprire un dialogo fra il territorio e il teatro.

D.E.A. è l’acronimo per Dimora di Esposizioni d’Arte. Con l’intento di creare un circuito di relazioni e scambi tra artisti visivi e artisti in residenza il foyer diventa palcoscenico degli immaginari attraversati dagli artisti. Ad abitare temporaneamente lo spazio che limita la scena saranno le opere di artisti che hanno scelto il nostro territorio e le zone limitrofe come habitat di vita. Il Teatro Dimora e le loro opere accompagneranno gli spettatori, e tutti i nomadi del teatro, durante le aperture pubbliche delle residenze. Ogni esposizione durerà alcuni mesi.

 


 

ALMA –  Associazione Libera Marchigiana Animatori

Giulia Betti
Trebisonda

 

 

 

 

 

 

 

Il foyer D.E.A. Dimora di Esposizioni d’Arte continua ad essere fino alla fine dell’anno palcoscenico per i giovani animatori e disegnatori del territorio marchigiano che fanno parte di ALMA Associazione Libera Marchigiana Animatori, ideata da Magda Guidi, Elisa Mossa, Stefano Franceschetti, Simone Massi e Sandro Pascucci.

Trebisonda è il titolo della mostra di disegni di Giulia Betti. Un nuovo percorso di opere nato dal dialogo tra l’artista e Mèlodie Lasselin e Simon Capelle del collettivo ZONE – poème – in residenza a Mondaino dal 14 al 28 novembre.

La collaborazione è nata all’interno del nuovo progetto creativo della compagnia, ENEMY a peace conference, prodotto nell’ambito del progetto europeo Stronger Peripheries: A Southern Coalition, sostenuto da Europa Creativa, del quale l’Arboreto è partner.

ALMA è un laboratorio aperto a tutti coloro che si occupano di cinema d’animazione d’autore e che vedono nell’arte dell’animazione una possibilità di espressione poetica, comunicazione sociale, crescita culturale.

www.almanimatori.com

Comments are closed.

« »

Gli uomini sono strade...